Videosorveglianza

Regolamento videosorveglianza

In data 03 settembre 2018 con deliberazione n. 18 dell'assemblea dei sindaci viene approvato il regolamento ..... per la disciplina del trattamento dei dati personali, realizzato mediante gli impianti di videosorveglianza installati nei vari Comuni dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane. 



Le telecamere installate dai comuni e dall'UTI  da questi gestite consentono, tecnicamente, riprese video a colori in condizioni di sufficiente illuminazione naturale o artificiale, o in bianco/nero in caso contrario. Il titolare del trattamento dei dati personali si obbliga a non effettuare riprese di dettaglio dei tratti somatici delle persone, che non siano funzionali alle finalità istituzionali degli impianti attivati. I segnali video delle unità di ripresa sono inviati agli apparati NVR (Network Video Recorder) di registrazione collocati presso i Municipi. La centrale di operativa della Polizia Locale è
comunque punto di convergenza di tutti i dati raccolti ed è dotata di apparati per l’interfacciamento dei dati. L’impiego del sistema di videoregistrazione è necessario per ricostruire l’evento, per le finalità previste dal presente dal Regolamento. Le immagini videoregistrate sono conservate per un tempo non superiore a 7 (sette) giorni successivi alla rilevazione, presso la centrale operativa ovvero nei dispositivi NVR fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione nei limiti e con le modalità stabilite al punto 3.4 del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’8 aprile 2010, ed in modo particolare, in relazione ad illeciti che si siano verificati o ad indagini dell’autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza.